Il sistema Canon FD

Il mio blog sul sistema Canon FD è stato spostato qui:

http://sistemacanonfd.blogspot.it/

26 commenti:

  1. Scorrendo questa pagina e le altre, è come aver visitato un museo, grazie per la tua disponibilità nel condividere le tue passioni.

    Riccardo.

    RispondiElimina
  2. Complimentissimi! Sono un Canonista dal 1974!!! Iniziai con la Canon FTB... fino alla meravigliossissima T90 ne avevo 4 e avevo anche 4 F1 New con motori vari..... un mondo meraviglioso! Adesso sono CPS Platinum.. ed ho 3 5D MKIII e una 1DX... ma nella mia Canonteca FD ho ancora la prima Canon che ho avuto_: LA FTB QL e l'ultima: la fantastica T90.
    Lei ha fatto un grandissimo lavoro pubblicando questo sito.... Grazie ancora.

    Andrea Barghi

    RispondiElimina
  3. il mio sito di riferimento per materiale canon, 10/10

    RispondiElimina
  4. Complimenti per l'ottimo lavoro, sono convinto che neanche Canon Japan o Italia hanno ormai tutte queste informazioni sul sistema FD.. Anche io - quando ero fotografo di set - ho usato materiale FD che ho ancora..
    Volevo chiederti quale è il riparatore più efficace di Canon FD in Italia, eventualmente all'estero.
    Grazie e ciao !

    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia, l'unico veramente valido e del quale mi servo dal 1980 è Foto Check Up a Perugia. Chiedi di Luciano!!!!

      Elimina
  5. In italia non mi sento di consigliare nessuno, in svizzera Claudio Fabio, www.camera-service.ch

    RispondiElimina
  6. Grazie !
    Guarda il seguente link e clicca sui vari url..
    http://photo.net/canon-fd-camera-forum/00axNg?start=0

    Ciao !

    Mauro

    RispondiElimina
  7. Ciao Sandro,
    prima ti tutto ti ringrazio per tutte le informazioni che hai condiviso con gli altri appassionati del sistema Canon FD, posso solo immaginare l'immenso lavoro che abbia richiesto!
    Oltre a complimentarmi vorrei chiederti una cosa, una piccola curiosità. Ho recentemente acquistato un blocco di materiale Canon FD e tra le varie cose presenti c'era una Canon 50mm f/1.8 S.C. che sul retro ha un selettore marchiato "L" che non avevo mai visto (ti allego un'immagine http://flickr.com/gp/gianmark19/0U46D1). Ho capito che serve a chiudere il diaframma di stop-down, ma non avendo mai visto su nessun altro obiettivo mi chiedevo se si trattasse di una rara (?) versione del 50mm 1.8. Tu hai informazioni a riguardo?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è una rarità, ne ho parlato alla pagina degli obiettivi.

      Elimina
  8. Un lavorone, complimenti.
    Camillo

    RispondiElimina
  9. Enhorabuena Sandro. Un trabajo completísimo. Creía que tenía mucha información sobre el tema hasta que he leido tu trabajo. Sigue así, Saludos desde España. Gracias

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vicent, sono onorato del tuo apprezzamento.

      Elimina
  10. Buonasera Sandro ho letto con piacere anche la parte del sistema FD di questa pagina bellissima , se dovesi scegliere oggi una macchina per il sistema FD cosa mi consigli , grazie ancora Cordiali Saluti Marino !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è ombra di dubbio: la F-1 new. Indistruttibile, progettata per durare per sempre.

      Elimina
  11. Per chi volesse comprare una new F1 oggi quale sarebbe il prezzo onesto per un modello in ottime condizioni senza nessun difetto , diciamo versione base senza nessun accessorio !
    In rete si trova di tutto a prezzi vari , però un consiglio di chi le conosce veramente aiuta piu di mille foto e descrizioni di chi a volte cerca di fare solo il affare , Cordiali Saluti e grazie per la Gentilezza !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non esiste una risposta valida. Si va da mille euro per unamacchina nuova con imballi e documentazione a 150 euro per una macchina disfatta dall'uso.

      Elimina
  12. grazie al tuo blog ho acquistato qualche obiettivo del sistema fd (35 f2 seconda versione non al torio, 200 f2.8 seconda versione newfd quella che è considerata la migliore, il 100 macro, e il 100 f2) che uso con molta soddisfazione sulla mia piccola sony a7II, ma sono interessato anche al 24 f2 ed al famoso 55 f1.2... ^_^
    mi hai fatto risparmiare un sacco di soldi pur tenendo una qualità pazzesca!!!!!!!!
    posso solo dire GRAZIE.... hai fatto bene a spostare il blog e non cancellarlo...

    RispondiElimina
  13. "il mio interesse verso il sistema Canon FD è completamente cessato".
    Sandro, ti seguo da tanti anni, dai tempi di canoniani.it e grazie a te ho imparato tante cose che prima ignoravo completamente. Mi scuserai se ti chiedo perché hai "abbandonato" il sistema FD, a cui eri molto legato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luca non ho abbandonato il sistema FD, ho abbandonato il piccolo formato. L'esigenza di qualità sempre maggiore e l'indole che non mi fa accettare compromessi, mi hanno spinto ormai in questa direzione.

      Elimina
  14. Gentile Sandro,
    Complimenti per tutto questo, stavo cercando di informarmi sulla mia F1 old e questa è l'unica pagina dove ho trovato tutto.
    È possibile avere il suo indirizzò email per chiederle ulteriori info?

    Grazie e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente.

      sandro(punto)presta(chiocciola)alice(punto)it.

      Saluti.

      Elimina
  15. Buongiorno, anche da me (Gabriele) un "bravo!" per l'eccezionale completezza della documentazione (foto/esplosi soprattutto).
    Ho da chiedere un aiuto: per un incidente (caduta) devo "aprire" il finder AE della mia F1 new: ho tolto le viti (tutte), la leva che lo chiude, i pulsantini laterali per la rimozione finder dal corpo, ma la calotta non si smonta: è come "fissata" (incollata?) dal lato foro circolare per l'oculare.
    Non è che Lei - o qualcuno - sa come procedere? Non vorrei rompere tutto....

    Un grazie anticipato, Gabriele

    RispondiElimina
  16. Caro Gabriele, mi dispiace di doverla deludere, ma il coperchio di quel mirino è presumibilmente incollato per evitare l’ingresso di polvere ed umidità.

    Ho scritto “presumibilmente” perché anche a me è risultato impossibile togliere il coperchio; la foto del mirino aperto la presi da ebay dove lo vendevano in quelle condizioni.

    Penso che con molta calma lo si possa staccare, magari provando a scaldarlo con un getto di aria calda per evitare che la forza bruta possa deformare la lamina di ottone.

    Desolato di non poterla aiutare di più.

    Sandro

    RispondiElimina
  17. Ringrazio per la cortesissima attenzione: se riesco ad aprirlo, racconterò l'esperienza. Guardando la foto da lei pubblicata, si intuisce un "biadesivo" nella zona dell'oculare, vi dirò (se riesco a scomporlo) se è vero.
    Cordiali saluti, Gabriele

    RispondiElimina
  18. Buonasera.. ci sono riuscito. Il cerchio cromato che contiene l'oculare ha, interna ad esso, una mascherina in metallo sottile che ha al centro il buco di forma rettangolare ove si vede l'immagine. Tale mascherina (attenzione a non piegarla) si può rimuovere (è incollata): copre altre 4 viti che, una volta rimosse (con tutte le altre, compresi i due pulsanti per lo sfilamento finder: sono avvitati), permette di rimuovere l'anello cromato che a sua volta lascia libera la copertura del finder che, con delicatezza, si separa dal corpo.
    Si rimonta al contrario.

    Cordiali saluti.

    RispondiElimina

Non saranno tollerati commenti anonimi o volgari.
Se volete dire qualcosa, firmatevi e sarò lieto di ospitarvi.